Social Network
Seguici su Facebook
Inserito in: Videogiochi
02/10/2013

Come diventare sviluppatori di videogiochi

Autore: Valerio Anticoli

Se i videogiochi sono la vostra passione, sarete contenti di sapere che possono diventare anche un lavoro. Sì, perché l'industria dei videogiochi è in crescita ed offre importanti opportunità professionali, sia in Italia che all'estero.

Una delle opportunità più interessanti in questo contesto è lo sviluppo di videogiochi: si tratta di una professione interessante che può dare immense soddisfazioni, soprattutto se svolta da chi ama spassionatamente i videogiochi.

Per diventare game developer il percorso classico è quello di una laurea in ingegneria, informatica o matematica, a cui può seguire o direttamente l'esperienza sul campo, oppure un master di specializzazione come quello organizzato dall'Università di Verona (Master Computer Game Development).

I requisiti di un candidato che intenda ricoprire il ruolo di game developer sono:

  • laurea in una materia del settore (ingegneria, matematica, informatica);
  • forti capacità logiche e matematiche;
  • conoscenze nell'ambito dell'interazione uomo/macchina, intelligenza artificiale, sviluppo di interfacce;
  • conoscenze in ambito di sviluppo software, ingegneria del software, linguaggi di programmazione, architetture informatiche.

Ma oltre alle competenze tecniche, servono anche “soft skill" ben precisi, in particolare:

  • ottima conoscenza della lingua inglese;
  • problem solving, che vuol dire semplicemente capacità di affrontare una situazione critica o nuova senza andare nel pallone;
  • fortissima predisposizione al lavoro in team, perché sebbene lo sviluppatore lavori davanti al suo pc, dovrà dialogare con molte altre figure in azienda e fuori dell'azienda;
  • passione per i videogiochi.

Se poi si vuole trasformare il proprio know how tecnico nel punto di avvio di una startup personale lanciando sul mercato un proprio videogioco, a queste competenze devono affiancarsi anche abilità manageriali, di project management e di gestione d'impresa. In questo caso può allora essere utili frequentare un master in gestione d'impresa come quelli descritti sul sito http://www.masterinfinanza.org/

È infatti fortemente sconsigliato intraprendere un'attività imprenditoriale senza avere le basi della gestione d'impresa e della finanza aziendale, insomma senza conoscere la realtà economica. 
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace