Social Network
Seguici su Facebook
Inserito in: Videogiochi
04/06/2014

Dipendenza da videogiochi: come fare per smettere e uscire all'aperto?

Autore: Valerio Anticoli

Dipendenza da videogiochi

Attualmente il mercato dei videogiochi è in crescita costante e si è evoluto più rapidamente degli altri media sociali. Le aziende di produzione dei videogames lanciano costantemente sul mercato giochi nuovi e pieni di avventure incredibili, con capolavori di grafica e personaggi che sembrano reali. In effetti non stupisce il fatto che oggi questo settore annovera non solo i bambini e gli adolescenti, ma anche un buon numero di adulti.

La questione degli svantaggi e dei vantaggi legati all'utilizzo dei videogiochi è ancora molto controversa. Ricordiamo che l'abuso di queste tecnologie è deleterio per la mente e per il corpo, che arrivano a dipendere costantemente dallo schermo, creando dei seri disagi all'individuo.

Vantaggi e rischi dell'uso dei videogiochi


Le opportunità che i videogames offrono ai bambini e agli adolescenti sono numerose. Come qualsiasi altra cosa però, l'attività non deve superare le ore consentite, al fine di non diventare eccessiva. E' inoltre consigliato ai genitori di seguire attentamente i propri figli quando si dedicano ai videogiochi.

Tra i vantaggi legati all'utilizzo dei videogiochi troviamo:

  • la possibilità di far parte di un gruppo di amici e sentirsi partecipe
  • i giochi permettono di allenare le capacità psicofisiche, come la coordinazione mani-occhi, stimolano la creatività, la logica e sviluppano il senso di orientamento e il ragionamento
  • i giochi aiutano a sviluppare le strategie e le soluzioni ai problemi
  • alcuni giochi migliorano i rapporti sociali in quanto consentono di interagire con persone di altri paesi, in lingue diverse


Oltre agli aspetti educativi dei videogiochi, esiste un'ampia gamma di svantaggi e controindicazioni che se ignorati rischiano di avere ripercussioni negative sulla salute psicofisica del giocatore. Analizziamo i seguenti rischi:

  • la dipendenza da videogiochi che scaturisce dalla troppa assiduità. Bisogna giocare moderatamente, avendo il buonsenso di smettere dopo qualche ora
  • consumo eccessivo di giochi improntati sulla violenza e sull'aggressività. Spesso non si fa caso all'età consigliata per il gioco, che si trova nella parte posteriore della confezione. Ignorando l'indicazione, molti bambini si ritrovano a giocare con videogames non adatti alla loro età
  • attenzione alle varianti online dei videogiochi che puntano su sistemi di microtransazioni e rischiano di far aumentare notevolmente i costi
  • attenzione ai giochi tridimensionali per bambini, perchè rischiano di compromettere il loro sviluppo della percezione dello spazio

Il consiglio per i genitori è quello di monitorare costantemente le ore di gioco dei propri figli affinchè non vengano a contatto con contenuti non adatti alla loro età. Cercate inoltre di non installare alcun tipo di computer o consolle nella camera dei bambini e di limitarne comunque l'accesso quotidiano. Parlate con il bambino e cercate di capire verso quali giochi è orientato in modo da cogliere l'eventuale insorgere di problemi. Cercate di alternare i videogiochi con attività all'aria aperta: a casa la playstation, fuori casa la bicicletta. Ricordatevi che è molto importante passare del tempo all'aperto e soprattutto alternare le ore di gioco ad un reale sport.

Anche il mercato delle biciclette è attualmente in forte crescita e numerosi sono i vantaggi che vostro figlio potrebbe trarre da una passeggiata in bicicletta: dal puro esercizio fisico alla possibilità di sviluppare le capacità psicomotorie infantili. Anche la mente, concentrata assiduamente sulle strategie di gioco e sui mondi virtuali, trarrà grandi benefici da qualche ora passata all'aria aperta.
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace