Social Network
Seguici su Facebook
Inserito in: Software
30/01/2014

Startup: le idee vincenti

Autore: Luisa Mirti

Le startup sono un fenomeno in crescita sia all'estero che in Italia, tanto che se ne parla con sempre maggiore frequenza sulla stampa e su tutti gli altri mezzi di informazione.

Secondo la definizione tradizionale, il termine startup si riferisce alla fase di avvio di un'impresa o di una nuova attività all'interno di un'impresa. Per estensione, una startup è un'azienda o un ramo di azienda nella sua fase nascente, quando ancora è a metà strada tra un'idea e qualcosa di già realizzato.

La fase di startup interessa ogni tipologia di azienda, dalla piccola bottega di quartiere al ramo di ricerca e sviluppo delle grandi aziende. 

Oggi, però, ci si riferisce alle startup per indicare qualcosa di diverso, qualcosa di molto specifico. In quest'accezione, le startup sono delle aziende dal contenuto fortemente innovativo, quasi sempre ad alto valore tecnologico, e nella maggior parte dei casi ideate e fondate da ragazzi molto giovani. 

Il fenomeno delle startup innovative è arrivato in Italia qualche anno fa, sull'onda di quanto stava accadendo all'estero, in particolare negli Stati Uniti. Nel Belpaese le startup hanno trovato un terreno particolarmente fertile perché, rispetto ad altre realtà, da noi è più difficile accedere al credito bancario. Per questo motivo,  la possibilità di affidare il reperimento del capitale a soggetti privatiè stata vista subito di buonocchio.

Gli istituti creditizi italiani hanno sempre reso difficile l'erogazione di prestiti alle imprese, richiedendo garanzie che solo le aziende già solide sono in grado di dare. Inoltre, negli ultimi anni è stato scoperto che alcune nahce elevavano gli interessi sui propri crediti oltre il limite consentito dalla legge, macchiandosi del crimine dell'usura bancaria

Questo non ha fatto che aumentare la sfiducia di imprese e cittadini nei confronti degli istituti bancari, creando i presupposti affinché si sviluppassero nuove forme di finanziamento, come il microcredito, il crowdfunding e gli investimenti privati dei business angels.

Le startup si reggono soprattutto su questi ultimi: i business angels sono manager o imprenditori con un capitale da investire che puntano su idee di successo mettendo sul piatto il proprio denaro. In cambio, chiedono di partecipare agli utili. A fare da intermediario tra le startup ed i business angels ci sono i cosiddetti "incubatori di startup", società nate proprio allo scopo di accelerare la crescita delle imprese che promettono di avere maggior successo.

Quali sono le caratteristiche delle startup di successo? Per prima cosa, dietro una startup di successo c'è un'idea di successo e soprattutto ci sono persone motivate, appassionate e piene di entusiasmo. Ogni grande idea nasce perché c'è qualcuno che lavora duramente per realizzarla anche quando il traguardo è ancora molto lontano. Google è nato in un garage, ve lo ricordate?

Le idee che hanno maggior successo, poi, sono quelle con forte contenuto tecnologico ed innovativo. Non a caso, il settore ITC è quello che ha prodotto il maggior numero di startup di successo in Italia e all'estero.

Infine, una startup funziona se non si chiude al mercato nazionale ma esplora altri territori, si apre ai paesi esteri e dimostra di avere una vocazione internazionale.

Se vuoi avviare una startup forse ti può interessare il nostro articolo con le 5 regole vincenti per startup!
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace